Rivoluzione Augusto. L’imperatore che riscrisse il tempo e la città

Si può essere fan di un imperatore romano? Ha poco senso, vero? Eppure ci sono imperatori più o meno antipatici, no? Difficile associare a un'immagine positiva nomi come Nerone o Caligola, l'opposto succede con Ottaviano Cesare Augusto, il primo "vero" imperatore romano, quello con il regno più duraturo e che ha gettato le basi per un impero destinato a durare un millennio, suppergiù. Non manca molto alla chiusura di questa mostra dedicata all'imperatore augusto,chiuderà i battenti il 2 … [Per saperne di più...]

Storie della prima Parma

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per le Antichità e Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, con il fondamentale sostegno di Fondazione Cariparma e con il contributo del Comune di Parma, promuovono l’iniziativa culturale “Storie della prima Parma”, consistente in un’esposizione presso il Museo Archeologico Nazionale di Parma – Palazzo della Pilotta, e in una serie di pubblicazioni ad essa collegate: Storie della prima Parma. Etruschi, … [Per saperne di più...]

Storia di Cremona

Fondata nel 218 a.C. dai Romani in posizione strategica per la difesa e le comunicazione, grazie al Po, nel 90 a.C. Cremona conta già oltre 6000 abitanti, cittadini romani. Nel 553 d.C. viene incorporata nell'Esacrato bizantino, diventando testa di ponte dell'Impero d'Oriente. Dal 573 al 603 resiste alle invasioni longobarde, ma in quell'anno viene al fine conquistata e distrutta da Agilulfo che ne spartisce il territorio fra Brescia e Bergamo. … [Per saperne di più...]

La “boga” de San Peder

Scrive lo storico Anselmo da Vairano (sec. XII) che i benedettini per far confluire alla loro chiesa (S. Pietro in Lodi Vecchio) i fedeli ed ottenere privilegi e benefici mille ne pensarono e cento ne fecero, facendo più volte passare per fatti storici quello che era solo frutto della loro fervida fantasia. Fra queste fantasie, particolare risalto ebbe quella che riguardava la attuale Basilica di S. Bassiano. Andavano infatti dicendo che la Basilica fosse stata fabbricata nel 305 dal … [Per saperne di più...]

Nostradamus

Michel Notre-Dame, il cui nome sarà poi latinizzato in Nostradamus, nacque nel 1503 a Saint Rémy de Provence. La sua fama divenne leggendaria quando fu chiamato a corte da Caterina de' Medici dopo la pubblicazione delle sue famose "Centurie". Nei suoi molteplici viaggi Nostradamus nel 1555 o 1556 fu ospitato presso la Domus Morozzo di Torino, una tenuta che ospitava spesso nobili ed illustri personaggi e che è da situare nella zona dell'attuale … [Per saperne di più...]

La statua irrequieta di Novara

Novara sembra avere l'unica statua "che si muove" nota. Si tratta del monumento equestre di Vittorio Emanuele, al centro di Piazza Martiri. Le fotografie d'epoca mostrano il re e il suo cavallo collocati lungo l'asse est-ovest, con alle spalle il Palazzo Coccia. Ora invece il sovrano cavalca in direzione nord-sud, vero Palazzo Orelli con alle terga il castello. Semplicemente, dopo i lavori di restauro, il monumento non è stato collocato per dimenticanza … [Per saperne di più...]

Le origini di Taranto

Secondo un'antica leggenda, le origini di Taranto risalgono a circa 1200 anni prima della fondazione di Roma. Si narra, infatti, che Taras, figlio di Nettuno, giunto alla foce del fiume Tara, mentre celebrava un rito in onore del padre, vide apparire un Delfino. Egli, quindi, interpretò l'evento come un segno del destino ed in quel luogo fondò la città di Taranto. Il delfino, inoltre, rimarrà fino ai nostri giorni il simbolo della città. … [Per saperne di più...]

San Petronio

San Petronio è il patrono di Bologna, festeggiato il 4 ottobre. Il vescovo bolognese operò nel V secolo. Era greco, discendente di Costanzo e Costantina. Inviato a Roma per informare il papa Celestino I sul carattere di un'eresia scoppiata in Oriente, venne consacrato vescovo per tenere fede a una visione che il Pontefice avrebbe avuto la notte precedente il suo arrivo, (nella visione San Pietro avrebbe annunciato al papa la morte del vescovo di Bologna Felice, proponendogli … [Per saperne di più...]

Sondrio: l’albero della vita

Le vicende di Sondrio e dell'intera Valtellina sono da sempre state tumultuose e segnate da lotte e annessioni a regni diversi. Con il trattato di Teglio, siglato agli inizi del Cinquecento, la città passa sotto il governo dei Grigioni dei quali diventa un importante centro di potere, ma, ben presto, la differenza di religione tra grigioni protestanti e valtellinesi cattolici si acuisce sempre più e sfocia in una vera e propria rivolta, il cui pretesto è rappresentato … [Per saperne di più...]

Storia della Statale dello Stelvio

La storia della più importante via di comunicazione di Sondrio: 200 anni importanti per la provincia e la città. Era il 1808 quando per la prima volta si pensò alla strada dello Stelvio come al sistema più rapido per mettere in comunicazione la Lombardia con il Tirolo e il resto del Regno di Baviera. Passarono, però, oltre 10 anni prima che il governo di Vienna incaricasse ufficialmente l'ingegner Carlo Donegani di mettersi al lavoro sul progetto … [Per saperne di più...]

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi