L'Italia

La violenza costante della battaglia politica è una conferma della faziosità dell’italiano

La violenza costante della battaglia politica è una conferma della faziosità dell’italiano, del suo perenne dividere il mondo in bianco-e-nero, guelfo-e-ghibellino, imperiale-e-repubblicano, e per venire a tempi più moderni cavouriani e mazziniani, laici e clericali, repubblichini e antifascisti, Don Camillo e Peppone.
(Antonio Caprarica)

Related posts

Ahi serva Italia, di dolore ostello

pieru

L’italiano non s’organizza: s’arrangia

pieru

Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l’altra sono gli spaghetti

pieru

lascia un commento