Varie

I Tarocchi del Mantegna

I Tarocchi del MantegnaLa rassegna propone 28 fogli della più antica nonché misteriosa serie a stampa, realizzata alla metà del ‘400 in Italia settentrionale, di proprietà dell’istituzione milanese, giunta in collezione forse già con il nucleo di opere di Federico Borromeo.
Accanto a essi sarà esposto il manoscritto del Crater Hermetis dell’umanista marchigiano Ludovico Lazzarelli, che utilizzò alcune sequenze dei “Tarocchi” come fonte di ispirazione per comporre un’opera poetica.
L’esposizione, curata da Laura Paola Gnaccolini, propone 28 dei 31 fogli, giunti in Ambrosiana forse già con il nucleo di opere di Federico Borromeo, della più antica e celebre serie a stampa realizzata in Italia Settentrionale nella seconda metà del Quattrocento, ma anche la più misteriosa, per ciò che attiene al possibile autore, luogo di produzione e scopo di realizzazione.
clicca qui per leggere il resto della notizia

Related posts

Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia

Angela

L’adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi

Angela

Donne nell’arte da Tiziano a Boldrini

Angela

lascia un commento