Provincia di Pisa

Provincia di PisaLa provincia comprende, oltre il capoluogo, trentotto comuni. La zona nord è attraversata dalla modesta catena montuosa anti-appenninica del Monte Pisano, adiacente alla estrema propaggine delle Alpi Apuane, che separa la provincia di Pisa da quella di Lucca.

Lo sbocco sul mare, il litorale pisano, si estende per circa 15 km, e comprende le seguenti località:

Calambrone, Tirrenia e Marina di Pisa nel Comune di Pisa, più parte della spiaggia del parco;
un tratto di costa di circa 1 km, protetta dal parco amministrata dal Comune di San Giuliano Terme;
Marina di Vecchiano, nel Comune di Vecchiano, anch’essa inserita nel parco;
La zona di Pisa è pianeggiante, ma, scendendo di pochi km a sud, nella parte meridionale della provincia, ci si trova immersi nel più classico dei paesaggi toscani, fatto di colline, boschi e antichi borghi, che comprende le seguenti aree:

La Valdera, che comprende grandi porzioni della regione storica chiamata Colline Pisane.
La Val di Cecina, che ha il suo centro principale nell’antica città di Volterra e segue il corso del fiume Cecina. La parte occidentale della Val di Cecina è storicamente nota anche come Maremma Pisana.
Le Colline Metallifere, sistema collinare e montuoso dell’Antiappennino toscano che interessa la parte meridionale della provincia di Pisa, famosa anche per le sue caratteristiche boracifere (sono presenti i cosiddetti lagoni). .
Il Monte Serra, con i suoi 919 metri sul livello del mare, è la cima più alta di tutta la provincia, mentre il Monte Aia dei Diavoli (867 m s.l.m.) è il rilievo maggiore del sud della provincia.

Storia
L’attuale Provincia deriva dall’antico Compartimento di Pisa, suddivisione amministrativa granducale, che in massima parte comprendeva i territori che avevano fatto parte della Repubblica marinara di Pisa.

Nel 1925 vennero ceduti alla provincia di Livorno i Comuni di Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Collesalvetti, Piombino, Rosignano Marittimo, Sassetta e Suvereto e contemporaneamente furono acquisiti dalla Provincia di Firenze i Comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli in Val d’Arno, San Miniato, Santa Croce sull’Arno e Santa Maria a Monte.

Nel 1938, il Comune di Castellina Marittima acquistò una piccola fetta del territorio del Comune di Cecina, facente parte della provincia di Livorno, al quale era stata attribuita per un errore amministrativo.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi