Provincia di Pistoia

Provincia di PistoiaNell’ambito del Granducato di Toscana, la città di Pistoia aveva perso tutte le sue autonomie amministrative fin dalla conquista da parte di Firenze. Nel 1848 era stato istituito il compartimento di Pistoia ma esso era stato soppresso appena tre anni dopo, per ritorsione contro la vivace partecipazione dei pistoiesi ai moti del 1848-49.

La ricostituzione della provincia si ebbe solo nel 1927, quando fu distaccato dalla provincia di Firenze il territorio del circondario di Pistoia, più il comune di Tizzana del circondario di Prato.

L’anno successivo, la neonata provincia fu notevolmente allargata con i comuni della Valdinievole (Bagni di Montecatini — oggi Montecatini Terme —, Buggiano, Chiesina Uzzanese – a partire dalla sua autonomia ottenuta con il distacco dal comune di Uzzano nel 1963 – Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montecatini Val di Nievole — oggi Montecatini Alto, frazione di Montecatini Terme —, Pescia, Ponte Buggianese, Uzzano e Vellano — oggi, quest’ultimo, frazione di Pescia) sottratti alla provincia di Lucca.

Nel 1936, in occasione della costituzione del comune di Abetone, al territorio della provincia si annesse una piccola fetta del territorio del comune di Fiumalbo, appartenente alla provincia di Modena.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi