Provincia di Lucca

Provincia di LuccaLa provincia di Lucca deriva dall’antico compartimento granducale, che però aveva una fisionomia alquanto diversa dalla provincia attuale. Il Compartimento di Lucca fu infatti creato nel 1849, all’atto dell’annessione di Lucca alla Toscana, aggiungendo al territorio del Ducato Lucchese la Valdinievole, Barga e il Pietrasantino (attuali comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Stazzema e Seravezza). D’altro canto Montignoso e la Garfagnana Lucchese (Gallicano, parte dell’odierno comune di Fosciandora, Castiglione di Garfagnana e Minucciano) venivano allora cedute al Ducato di Modena.

Nel 1923 alla provincia di Lucca fu annesso il circondario di Castelnuovo di Garfagnana, già facente parte della provincia di Massa e Carrara, comprendente i comuni di Camporgiano, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Fosciandora, Gallicano, Giuncugnano, Minucciano, Molazzana, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano, Trassilico (oggi Fabbriche di Vallico), Vagli Sotto, Vergemoli e Villa Collemandina.

Nel 1928 i comuni di Bagni di Montecatini (oggi Montecatini Terme), Buggiano, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montecatini Val di Nievole, Pescia, Ponte Buggianese, Uzzano e Vellano furono distaccati ed assegnati alla provincia di Pistoia. Nel comune di Pescia si trovavano e si trovano tuttora alcune frazioni già appartenenti a Villa Basilica che, storicamente sono state legate a Lucca per oltre mille anni. Tra queste frazioni passate a Pistoia si ricordano Collodi, Veneri, Pontito e San Quirico di Valleriana.

Tra i comuni oggi inclusi nella Provincia di Lucca solo sei fecero parte stabilmente e per lungo tempo dello stato pre-unitario toscano; essi sono: Altopascio, Montecarlo, Barga, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Stazzema e Seravezza. Altri comuni fecero parte del Granducato solo per un breve periodo, tra il 1847 (ma di fatto 1849) e il 1859 (Lucca, Capannori, Porcari, Villa Basilica, Bagni di Lucca, Coreglia Antelminelli, Borgo a Mozzano, Pescaglia, Camaiore, Viareggio, Massarosa). I restanti comuni non fecero mai parte dello stato toscano (Gallicano, Fabbriche di Vallico, Vergemoli, Molazzana, Careggine, Fosciandora, Pieve Fosciana, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Villa Collemandina, San Romano in Garfagnana, Sillano, Giuncugnano, Piazza al Serchio, Minucciano, Camporgiano, Vagli di Sotto). Tali particolarità storiche, unite a quelle linguistiche e naturali, fanno della Provincia di Lucca, come di quella di Massa e Carrara, un territorio peculiare a livello regionale. Ricordiamo qui, che oltre ai dialetti di tipo Valdinievolino, Lucchese e Garfagnino – Versiliese, nella provincia vi sono isole linguistiche o aree gallo romanze come Sillano, Gombitelli, Colognora in Valleriana e Fabbriche di Careggine.

Il 1º gennaio 2014 si costituisce il nuovo comune di Fabbriche di Vergemoli dall’unione dei due ex enti municipali di Fabbriche di Vallico e Vergemoli. Il 1º gennaio 2015 si costituisce il nuovo comune di Sillano Giuncugnano dall’unione dei due enti municipali di Sillano e Giuncugnano.

Parla alla tua mente

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi