Tavolozza d’autunno: i luoghi del foliage

Castello-di-Petroia-Foliage-7Una mappa tutta italiana per vivere lo spettacolo di rossi e arancioni che ha reso celebre il New England: ecco dove fotografare le suggestioni delle foglie che cambiano colore e provare tartufi, vini e altre delizie.

Sotto i piedi un tappeto croccante, sopra la testa un caleidoscopio di rossi, gialli e arancio. Finalmente è autunno e tempo di foliage, un turismo che conta numerosi fan e che ha reso celebri le foreste sterminate di aceri del New England. Ma non c’è bisogno di andare negli States, anche in Italia ci sono luoghi speciali dove la natura usa tutta la propria tavolozza ottobrina, uno spettacolo da fotografare e pubblicare su Instagram. Soprattutto, in Italia l’autunno ha un gusto speciale: di tartufi e vino novello, di castagne e prodotti tipici da assaggiare con la natura sullo sfondo. Ecco la nostra mappa:

Castello di Petroia
Tra lecci, cerri e querce, quello umbro è un autunno show. Sono 300 gli ettari di boschi intorno al millenario Castello di Petroia, a qualche chilometro da Gubbio (PG), ed è qui che oltre a guardare in su le foglie, si deve guardare in basso, ossia dove si nasconde il prezioso tartufo. Da scovare con un cacciatore esperto affiancato dal suo bracco, vederlo uscire dal suo rifugio nascosto, pronto per essere spazzolato e cucinato, freschissimo, in un’esperienza davvero avvincente. La caccia al tartufo si può vivere dall’inizio sino alla tavola soggiornando al Castello di Petroia dal 1° ottobre al 22 dicembre 2016. Un’offerta speciale, che include una notte di soggiorno al maniero in camera doppia, due ore di caccia con Cesare e il suo cane Stella, una cena completa di bevande e di quattro portate ovviamente a base del tartufo raccolto durante la giornata, preparata dallo chef stellato Walter Passeri, maestro delle tipicità locali umbre. Il prezzo è a partire da 260 euro per due persone nel periodo estivo e da 240 euro in quello autunnale. La sola caccia di due ore ha invece un costo di 50 euro a coppia.
Per informazioni: Castello di Petroia
Tel. 075 920287
E-mail: info@petroia.it
Sito web: www.petroia.it

Area vacanze Alpe di Siusi
Sull’altipiano più grande d’Europa lo spettacolo pittoresco dei boschi in autunno è quasi senza paragoni. Dopo le lunghe passeggiate color arancio, nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) la fine dell’estate segna l’inizio di un periodo ricco e goloso.
Un mese intero, dal 1° al 31 ottobre 2016, dedicato ai prodotti tradizionali. È la Dispensa di Fiè allo Sciliar, un mese gastronomico che dopo 38 anni è diventato anche un libro di ricette, in cui campeggiano i piatti forti: dalla testina di vitello in agrodolce con finferli e pomodori, allo Spiedino di cervo con patate al rosmarino e funghi porcini grigliati.
Per tutto ottobre e novembre 2016 poi, osterie e dispense si aprono per la gioia dei buongustai che possono girovagare tra le vette, di maso in maso, alla scoperta di piatti e prodotti tipici, come prevede l’usanza del Törggelen. Ad attenderli speck, salumi e formaggi, accompagnati dal croccante Schüttelbrot e da una fetta di profumato strudel.
Per informazioni: Alpe di Siusi Marketing (Seiser Alm/Südtirol)
Tel. 0471709600
E-mail: info@alpedisiusi.info
Sito web: www.alpedisiusi.info

Val d’Ega
L’autunno delle Dolomiti è una stagione da vivere nei boschi. In Val D’Ega (BZ) organizzano Sette giorni di Natura e Bosco, una serie di escursioni alla ricerca dei tesori autunnali, alla scoperta dei colori, dei sapori e della fauna di questo Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO. Dal 24 settembre all’8 ottobre, una delle più belle foreste d’Europa, ai piedi delle famose montagne Catinaccio e Latemar, diventa lo scenario di un pacchetto vacanziero che promette di regalare emozioni fuori dall’ordinario. Nella prima delle due Settimane Natura e Bosco, dal 24 settembre all’1 ottobre, sono inclusi l’escursione guidata “Alla ricerca di sani tesori autunnali tra boschi e prati”, quella con osservazione mattutina della selvaggina e colazione sulle sponde del lago di Carezza e il percorso alla segheria “Latemar” e alla vecchia segheria “veneziana” di Nova Levante.
Nella seconda, dall’1 all’8 ottobre, sono invece compresi un’escursione guidata con osservazione serale della selvaggina e piccolo spuntino tipico, l’itinerario “Vivere il bosco e conoscere la selvaggina“ con l’educatore forestale Andreas Kircher e merenda presso il maso Stadlalm e, ancora, la visita a due segherie.
Prezzi a partire da 342 euro a persona in mezza pensione.
Per informazioni: Val D’Ega Turismo
Tel. 0471619500
E-mail: info@valdega.com
Sito web: www.valdega.com

Adriana Family Hotel
Gli alberi cambiano colore e si riflettono sulle acque del Lago di Ledro: è l’autunno dell’Adriana  Family Hotel (TN) un angolo di tranquillità incastonato tra le montagne nel cuore del Trentino Alto Adige. Il paesaggio ricco di spunti e luoghi di interesse storico e naturalistico, è un sito privilegiato da cui ammirare le trasformazioni stagionali, tra cime, valli, canyon, cascate e castelli. E per gustare i prodotti d’alpeggio non mancano malghe e rifugi.
Per godere del fascino di questo particolare periodo dell’anno, dal 3 al 28 ottobre 2016 e ancora dal 1° al 6 novembre, l’Adriana  Family Hotel, del consorzio italiano specializzato in vacanze per famiglie Italy Family Hotels, propone il pacchetto “Favola d’autunno”. L’offerta include 4 pernottamenti al prezzo di 3, oppure 7 pernottamenti al prezzo di 5, in mezza pensione con la speciale formula All Inclusive Adriana, una degustazione di prodotti locali, specialità culinarie autunnali, vini e grappe e splendide passeggiate nella natura; inoltre Guest Card Trentino in omaggio. Prezzi a partire da 147 euro a persona, per 4 notti (da 245 euro per 7 notti) in Family Room.  I bambini fino a 8 anni soggiornano gratis.
Per informazioni: Italy Family Hotels
Tel. 0541394851
E-mail: info@italyfamilyhotels.it
Sito web: http://www.italyfamilyhotels.it/

B&B Il richiamo del bosco
Querce, faggi e castagni non sono mai stati così belli: è il mese di ottobre. A 15 chilometri da Parma, sui pendii di Sala Baganza, c’è il bosco in cui amava passeggiare la duchessa Maria Luigia sollevando i suoi lunghi strascichi. È il Parco Regionale dei Boschi di Carrega, meta ideale per itinerari fotografici adatta ad ogni gamba perché dolcemente collinare. Per soggiornare proprio in mezzo alla natura del Parco c’è il B&B Il Richiamo del Bosco, a Sala Baganza (PR). I prezzi partono da 80 euro in camera matrimoniale e comprendono una ricca prima colazione a buffet e l’aperitivo di benvenuto.
Per assaporare l’autunno a tavola, invece, all’agriturismo La Macchia Tonda di Calestano (PR) il menù propone ricette a base di tartufo nero di Fragno.
Per informazioni: Il Richiamo del Bosco
Tel. 0521338699 – 3358388895
E-mail: info@ilrichiamodelbosco.it
Sito web: www.ilrichiamodelbosco.it

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi