Storia della Statale dello Stelvio

Panorama di Sondrio

La storia della più importante via di comunicazione di Sondrio: 200 anni importanti per la provincia e la città.

Era il 1808 quando per la prima volta si pensò alla strada dello Stelvio come al sistema più rapido per mettere in comunicazione la Lombardia con il Tirolo e il resto del Regno di Baviera. Passarono, però, oltre 10 anni prima che il governo di Vienna incaricasse ufficialmente l'ingegner Carlo Donegani di mettersi al lavoro sul progetto dell'opera.
Dopo poco meno di 63 mesi di lavoro, nel 1825, la strada venne ufficialmente inaugurata ed aperta, dapprima al servizio postale, poi a un vero e proprio servizio di "diligenze" che mettevano in comunicazione Milano con la Germania. La nuova via di comunicazione rianimò traffici e commerci permettendo ai viaggiatori il transito anche durante l'inverno grazie a uomini chiamati "Rotter" che pulivano la strada con l'aiuto di pale e spazzaneve trainati da cavalli.
Nel 1876, la strada divenne tristemente famosa a causa dell'omicidio di Madeleine Tourville da parte del marito Henry, avvenuto sopra il rifugio della Rocca Bianca. Un pastore fu testimone e denunciò l'uomo alla polizia locale, ma durante il processo si scoprì che Madeleine era la terza moglie uccisa da Henry per questioni di denaro.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi