Cosa pensano i Giapponesi

Vorrei riportare un piccola classifica che ho trovato su una rivista giapponese “Come vŗ” che hanno intitolato: “ITARIA-JIN NO YA-NA TOKORO BESTO TEN” In poche parole i peggiori dieci difetti degli italiani:

  1. Non mantengono le promesse e non sono puntuali
  2. Inventano bugie e spesso cambiano la versione dei fatti modificando le bugie dette in precedenza
  3. Non si fanno abbastanza doccie/bagni e quindi emano cattivi odori
  4. Fanno dei favori a volte anche non richiesti per poi prentenderne altri in cambio
  5. Gli uffici (pubblici, banche, poste ecc,) sono lenti nel rilasciare certificati e documenti
  6. Nei negozi i commessi parlano lungamente al telefono con amici o altri clienti lasciando aspettare chi hanno davanti
  7. Non puliscono i “regali” dei loro animali fatti per strada o al parco
  8. Sono razzisti
  9. Buttano le sigarette e la spazzatura di qualunque tipo ovunque senza preoccuparsi di cercare un cestino
  10. Sono irrispettosi del codice dela strada, maleducati alla guida e assurdi nei parcheggi

Interessante, no?
Come tutti i sondaggi anche in questo caso i dati devono essere letti “cum grano salis”
Alcune di queste considerazioni potrebbero anche sembrare offensive ma, ripeto, si tratta di un sondaggio, uno speculare fatto in Italia chiedendo a un campione casuale di persone “i 10 peggiori difetti dei Giapponesi” difficilmente darebbe risultati tanto lusinghieri riguardo il popolo del Sol Levante.

Commenti

  1. e ci criticano  ,vorrei sapere xè vengono in italia… ma se ne stiano a casa loro…noi non abbiamo mai ucciso nessuno…e non disprezziamo…

  2. però leggendo..è tutto vero..

  3. Simone Calgaro dice:

    beh un giapponese che dice razzista ad un italiano è proprio il colmo!!

  4. tutte queste cose le fanno anche tutti gli altri in qualsiasi paese e nazione…che scemenze…

  5. Freccero dice:

    TUTTO VERO INVECE!!

  6. antonio dice:

    Purtroppo è tutto vero. Dovremmo invece prendere esempio dal Giappone e dall'Asia tutta in quanto a comportamento e mentalità. Cominciamo, ad esempio, a "riformare" le nostre donne sullo stile delle asiatiche.
    Cominceremo a vedere che gli adulteri e i divorzi diminuirebbero, o sarebbero interamente colpa dell'uomo.
     
    Firmato: un maschio italiano

  7. Morgana dice:

    Queste cose sono tutte vere! 

  8. Fabris dice:

    AhimŤ non sbagliano di molto su di noi. Chi puÚ dire che Ť vero il contrario?

  9. Angelo dice:

    Sarŗ anche (in parte) vero quel che hanno scritto, ma si permettono di parlare proprio loro? ahahaah loro che vanno in bagno e neanche si lavano le mani

  10. Purtroppo alcune cose sono vere (strade sporche, traffico folle,burocrazia lenta,cacche di cani). Invece di indignarci dovremmo cominciare a correggere questi difetti. C’Ť ancora gente che getta pacchetti di sigarette vuoti e lattine di bibite vuote dai finestrini dell’auto!

  11. [CIT] noi non abbiamo mai ucciso nessuno [/CIT]
    Magari leggiti qualcosa che non sia storia di regime scritta nel ventennio … che ne so “Italiani brava gente?” di Del Boca … e poi ne riparliamo…

  12. Marco dice:

    Se vogliamo essere precisi:
    -“non mantengono le promesse” e un giapponese che cazzo ne pu√≤ sapere? e poi la generalizzazione √® razzista e da qui poi arriviamo al punto 8;
    -voglio vedere se i giapponesi sono onesti! gi√† lo stato su fukushima ha cercato di tenere tutto segreto: all’inizio dicevano “un’incidente da poco”; tutt’ora non sono certo 50 km di distanza che ti salvaguardano dalle radiazioni.
    -le docce? MA PER CHI CAZZO CI HANNO PRESO? Intanto noi siamo uno dei paesi che ha il bidet, noi in fatto di igiene ce ne intendiamo, zoccolette.
    -“fanno dei favori non richiesti e ne pretendono altri in cambio” dipende dalla gente che incontri; si generalizza ancora qui! razzisti!
    -gli uffici non sono colpa del cittadino italiano, ma dello stato e vabbè qua chiunque può sputtanarci.
    -i commercianti fanno quello che cazzo vogliono e che cazzo! se non ti piace il modo di fare di un commerciante non lo scrivi su una fottuta rivista, cambi fottutissimo negozio.
    -qui hanno ragione. PULITE LE MERDE DEI VOSTRI CANI, INFAMI!
    -tutti i popoli sono razzisti. trovatemi un popolo che non abbia pregiudizi su di un’altro popolo, religione, orientamento sessuale ecc, ecc. e comunque dire “italiani razzisti” √® una cosa razzista. -_-
    -quello della spazzatura √® un problema grave che affligge il nostro paese e per me √® da mettere al secondo posto di una lista coerente e corretta dei problemi del nostro paese, al primo posto l’incapacit√† degli italiani di scegliere un leader politico serio, che non sia un puttaniere o uno che urla e basta, come un matto, dicendo che i politici sono corrotti e poi sta in combutta con dei tipi con le mani in pasta ovunque, e insieme all’incapacit√† del nostro popolo di reagire.
    -le strade in generale fanno schifo, e questo lo dobbiamo al primo grande problema di questo paese la politica.

  13. Victor dice:

    Chi semina raccoglie… Chi semina idolatrando berlusconi raccoglie ci√≤!

  14. pieru dice:

    Sai che non ho capito? Scusa che ciazzecca Berlusconi adesso?

  15. Agostino dice:

    Non farci caso, √® un povero babbeo del PD che ha bisogno di usare il berlusca come capro espiatorio per tutti i mali del mondo, e questo quando alla maggior parte degli italiani del berlusca non gliene pu√≤ che fregare di meno. Anzi, le gente s’√® rotta proprio le balle di sentirlo nominare in continuazione e in ogni argomento possibile. Quell’articolo non rappresenta il pensiero dei giapponesi, ma di qualcuno che odia l’Italia. Riguardo ad Angelo Del Boca, caro amico che si fa chiamare “Cri”, √® uno storico (o dovrei definirlo isterico) leggermente di parte, essendo stato partigiano comunista. Il suo scritto √® fazioso ed √® inoltre in contrasto con i testi scritti da altri autori (non di parte, come ad es. De Felice).

  16. Essendo stato in Giappone pi√Ļ volte posso confermare che hanno ragione su tutto, tranne che sui cattivi odori che √® soggettivo.
    Sul razzismo stendiamo un velo pietoso : un sono razzisti tra di loro (tra uomo e donna, donna che prende il 30% in meno di stipendi rispetto un uomo) figuriamoci con un Gaijin (straniero).
    Qui devono stare zitti.
    Popolo gentile e disponibile, ma sempre di corsa e sempre sui “binari”.
    Non a caso sono dei repressi e depressi con il tasso pi√Ļ alto di suicidi del mondo.
    Parte questo, un plauso per la loro organizzazione e per il rispetto del prossimo (qui dobbiamo imparare qualcosa da loro).

  17. giovanni dice:

    Secondo me quello che c’√® scritto √® tutto vero, oppure e vero solo in parte o del tutto falso.

  18. oppure!

  19. Giovanna dice:

    Ho splendidi amici giapponesi, gli piaccio e riguardo a me NON pensano che io sia bugiarda, né che io non sia puntuale, né che io non mantenga le promesse.
    Riguardo la mia igiene personale non hanno mai avuto niente da ridire.
    Ci facciamo favori l’un l’altro, e di certo io non sono invadente. Non pretendo niente in cambio.
    Sono una negoziante, per me il cliente √® sacro, non mi permetterei mai chiacchierare al telefono lasciando aspettare chi ho davanti, ed in tutta onest√† in nessuna parte dell’Italia settentrionale ho riscontrato questo atteggiamento.
    Qui nel nord Italia, tutti tirano su la m.erda dei loro cani, tutti buttano l’immondizia nei cestini della spazzatura e nessuno la getta in terra. Non posso dire che nessuno butti i mozziconi di sigaretta per terra, ma nessuno √® perfetto.
    Per quanto lontani dall’essere come gli inglesi, qui nel nord Italia la maggioranza della gente rispetta la legge, i codici stradali, si ferma al semaforo rosso, ecc.
    Spero che pubblicherete il mio commento e non lo censurerete dandomi della razzista, in quanto tutto ciò che avete scritto non riguarda il nord Italia e non potrei mai credere che i giapponesi pensino tutto questo di noi.

  20. Ciao Giovanna,
    ma certo che pubblichiamo il tuo commento, ci mancherebbe! Lasciami aggiungere un paio di cose per√≤…
    Prima di tutto il post originale prendeva un mucchio di luoghi comuni, quasi come si fa nelle barzellette, non è che sia da prendere come la scienza assoluta.
    Nel merito per√≤ ti assicuro che di conoscenti, amici e parenti giapponesi ne ho parecchi anche io e che in effetti alcune differenze, in media ci sono. Abito nel nord italia ma le cacche di cane sui marciapiedi ci sono, macchine che parcheggiano come gli pare ne vedo quante ne vuoi, gente che passa col rosso pure… con questo non voglio contraddire il senso del tuo commento… anche in Giappone c’√® qualcuno che passa col rosso. A mio modesto parere per√≤ la media √® molto diverso e i risultati sono diversi.
    Ti faccio un esempio: se sei stata in Giappone avrai notato che i muri imbrattati dai vandali qua e l√† ci sono. Se giri in centro citt√† per√≤ non ne vedi, √® decisamente raro vedere una edificio privato o una scuola danneggiato da un cretino con una bomboletta di vernice. Nella citt√† in cui abito e in tutte quelle intorno √® una devastazione. Magari per te √® una cosa poco importante, per me lo √®. E’ tutto soggettivo in fondo, no?

  21. Giovanna dice:

    Tante cose dipendono dalla citt√† in cui abiti, fin dagli anni ’80 Torino √® sempre stata famosa per i suoi pessimi guidatori, ancora oggi quando devo andare in questa citt√† mi trovo malissimo e sia Milano che Bologna sono allo stesso livello. Se fai un giro a Stresa, Aosta, Treviso (e tutte le citt√† venete), Ferrara, non trovi tanti ricordi di cane per terra, anche se esistono anche quelle dei randagi. Non dico che qui ci sia la perfezione, per√≤ ho sempre visto con i miei occhi i proprietari dei cani pulire il terreno. A Nizza, Cannes, era una tragedia, per tutto il tragitto dall’albergo alla spiaggia non potevo alzare gli occhi dal terreno perch√© era pieno zeppo di quei ricordini, e quando credevo di potere stare tranquilla…beh, ne ho pestata una sulla spiaggia. Tuttavia, sono ben lungi dall’avere pregiudizi contro i francesi e torner√≤ in vacanza in Francia tutte le volte che potr√≤.I giapponesi su certe cose hanno ragione ad avere pregiudizi, io non sento, tuttavia, di vivere in un posto cos√¨ incivile.Ciao ūüôā

Parla alla tua mente

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità in linea con i tuoi gusti. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" accetti di ricevere cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi